Tunnel carpale

Tunnel carpale trattato con agopuntura

Paziente di 62 anni, maschio, pensionato che svolge attività di manutenzione della casa come giardino, orto…

Da circa un anno accusava dolore ad entrambe le mani, prevalente a destra, con irradiazione del dolore anche ai gomiti e, a volte, fino alle spalle. Oltre al dolore e al formicolio, il paziente riferiva risvegli notturni legati alla necessità di muovere le mani e cambiare posizione, con naturale difficoltà a riprendere il sonno. Ha eseguito elettromiografia che ha posto la diagnosi di grave tunnel carpale bilaterale prevalente a destra.

Trattato con diciotto sedute di agopuntura ha recuperato già dalle prime sedute il sonno e ha rilevato da subito la scomparsa del dolore. Ha proseguito la sua vita normale svolgendo tutte le sue attività. L’ultimo sintomo rimasto alla fine del trattamento è il formicolio, destinato peraltro a scomparire nel tempo.

Agopuntura: di cosa si tratta e come quali patologie cura

Agopuntura: di cosa si tratta e come quali patologie cura

L’agopuntura ti interessa?

Pensi possa esserti utile per curare alcune patologie?

Ascolta la spiegazione della Dottoressa Susi Girelli, intervistata da Cristina Coppola e Giovanni Palisto all’interno del programma Ore12 in onda su Cremona1.

Vuoi approfondire l’argomento agopuntura?

Cos’è l’agopuntura?

L’agopuntura è una medicina alternativa di orgini cinesi basata su un principio energetico.

Questo tipo di trattamento utilizza l’infissione di aghi più o meno sottili in determinati alcuni punti del corpo. L’opportuna stimolazione di questi punti porta alla persona benessere generale ed equilibrio fisico.

L’agopuntura trae le proprie origini in tempi antichi e per questo l’origine è incerta; ciononostante questo approccio si è tramandato nei secoli fino ai nostri giorni. Seguendo i principi della medicina cinese, il nostro corpo è  attraversato da canali di energia chiamati meridiani: su ciascuno di questi meridiani sono stati  individuati diversi punti. Proprio durante il trattamento il flusso di energia scorre attraverso dodici canali principali e otto addizionali: l’agopuntura sfrutta perciò questi principi, canali e flussi allo scopo di portare benessere nel paziente.

Quali punti trattare è una scelta del medico che avviene dopo una corretta anamnesi del paziente che si sviluppa tanto mediante gli strumenti di diagnosi della medicina occidentale quanto quelli della tradizionale cinese. In quest’ultimo caso lo studio passa attraverso la lingua e i polsi.

L’agopuntura da diversi anni ha preso piede anche in Italia e viene praticata solo da medici che hanno seguito, e attestato, un percorso di formazione presso una delle numerose scuole di agopuntura riconosciute. Trattandosi di una tecnica poco invasiva, tutti possono essere sottoposti all’agopuntura. In ogni caso occorre porre un’attenzione particolare per i pazienti sottoposti a terapia anticoagulante. Va inoltre sottolineato che sono impiegati aghi sterili, monouso e anallergici così da garantire tutela tanto dalle malattie infettive quanto dalla presenza di eventuali allergie ai metalli.

Quali sono le patologie trattate dall’agopuntura?

Solo al termine di un’accura diagnosi il medico sceglie se sottoporre il paziente a trattamenti di agopuntura e su quali punti concentrarsi con l’infissione di aghi.

L’agopuntura, che la Dottoressa Susi Girelli impiega in sedute a Cremona e provincia, si prefigge di trattare diverse patologie: nella terapia antalgica si va dalla celfalea alla sciatalgia dal tunnel carpale alla fascite plantare e molto altro. Anche stitichezza e disturbi metabolici, sterilità e in generale problemi legati al ciclo mestruale possono essere trattati con l’agopuntura. Persino per smettere di fumare può essere utile l’agopuntura.